Yoga e unicorni: moda o simbolo?

E’ indubbio che da un paio d’anni a questa parte sia esplosa la moda degli unicorni, basta pensare ai gonfiabili formato gigante che spopolano sulle nostre spiagge.

Ma chi pratica yoga e segue sui social pagine dedicate a questa disciplina vedrà pubblicizzati indumenti o accessori con unicorni di tutti i tipi nelle posizioni più svariate e buffe (io stessa ho comprato una t-shirt perché era troppo bella)!

Ho deciso di fare una ricerca per sapere se ci fosse qualche correlazione.

Ebbene sì (e forse studiando i chakra avrei già dovuto saperlo, ma non mi vergogno ad ammettere le mie lacune)!

Si narra che gli unicorni siano esseri pienamente illuminati, cavalli bianchi che hanno appreso tutte le loro lezioni sulla Terra diventando perfetti. Quello che ai nostri occhi appare come un corno è un fascio di luce che si irradia dal loro terzo occhio che, “dicono”, aiuti gli esseri umani a trattenere le energie, agevolare la guarigione e allineare i chakra. Il sesto chakra infatti è conosciuto anche come Terzo Occhio, l’Occhio Centrale di Shiva, l’Occhio di Horus e il Corno dell’Unicorno; agisce come ricevente sensibile e trasmittente, attraverso il quale si percepiscono i piani interiori, le forme di pensiero e si acquisisce un miglior senso della causa e dell’effetto. Si trova fra gli occhi al centro della fronte è di colore indaco e ha novantasei petali; controlla l’intuizione, l’immaginazione, governa i sogni e ha la capacità di informarci delle motivazioni che si trovano dietro le azioni.

Questo non è che un riassunto molto molto semplificato del terzo occhio ma sono molto contenta di aver lasciato spazio alla mia curiosità che mi ha portata a fare questa ricerca, d’ora in poi indosserò la mia bellissima maglietta con una nuova consapevolezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »